Jan
22
2007

Lecito scaricare mp3 se non c'è lucro. Evviva! Oppure no?

Un post giusto per chiarire, visto che praticamente tutti gli amici non del settore hanno esordito negli ultimi due giorni salutandomi con un "hai visto che finalmente posso scaricare tutti gli mp3 che voglio..."
Il fatto è stato ripreso dalle maggiori testate nazionali (qui  l'articolo del corriere, l'unico che posto per pigrizia, ma basta fare una search con google per trovare anche gli altri e pure i servizi telegiornalistici) che titolano più o meno con lo stesso tono "E' lecito scaricare musica da internet se non c’è lucro".
Evviva! Oppure no?
Partiamo dall'inizio. Siamo nel 1999 e due studenti del politecnico di Torino montano su un computer della rete un server FTP (che non centra niente con il peer to peer come invece ho letto e sentito da molte parti). Su questo server vengono caricati materiali diversi protetti dalle leggi sui diritti d'autore. Chi entra (con login e password) può prelevare materiale depositandone dell'altro, una sorta di "scambio". Fin qui più o meno sono tutti d'accordo.
Il problema è che, contrariamente a quanto dice l'ex Ministro Roberto Maroni, non si tratta di "sentenza rivoluzionaria", e contrariamente a quanto dice il sig. De Laurentiis non c'è una "scarsa protezione del diritto italiano per le opere d'ingegno".
Il fulcro di tutta la questione è che nel diritto penale si applica la legge del tempo in cui il reato viene commesso (e ci mancherebbe anche). Sembra una sottigliezza; peccato che dal 1999 ad oggi la legge, grazie soprattutto alle modifiche introdotte dal pessimo Decreto Urbani (poi convertito in legge sotto il silenzio più totale dei media), sia concettualmente ribaltata: non si parla più di "scopo di lucro", bensì di un più generico "trarre profitto dalla duplicazione abusiva del materiale protetto dalla tutela del diritto d'autore"; in pratica se io ascolto musica scaricata da internet non sto "lucrando", ma sicuramente ne sto traendo un profitto (che non è solo quello meramente economico). Quindi?
Quindi se l'illecito contestato ai due imputati fosse stato compiuto oggi, per esempio, i due non sarebbero certamente stati scagionati.
Per concludere, a tutti gli amici rispondo nello stesso modo: non è cambiato niente, e il grosso problema è che grazie a informazioni non chiarissime divulgate da molti organi di informazione, da domani tutti si sentiranno autorizzati a scaricare l'ultimo LP del cantante in voga con la convinzione di operare nella più completa legalità (un virgolettato di Maroni sul corsera citava "D’ora in poi scaricarla dal Web non potrà più essere considerato illegale"!) grazie alla sentenza della Cassazione che invece di fatto non ha cambiato un bel niente! (purtroppo).

Jan
21
2007

Packetyzer: strumento di analisi dei pacchetti. Gratuito!

Chi ha mai usato Ethereal non può lasciarsi sfuggire questa interfaccia grafica molto ben fatta che migliora notevolmente l'usabilità dello strumento ben noto a tutti gli utenti "curiosi".
Packetyzer (il nome è la contrazione di Packet Analyzer) può leggere i log di cattura di molti software terzi, tra cui tcpdump e Ethereal, Microsoft Network Monitor, Lucent/Ascend router debug output, HP-UX's nettl, WildPackets Etherpeek e Airopeek. Packetyzer supporta tutti i 483 protocolli supportati da Ethereal. Tra le altre caratteristiche, può catturare anche pacchetti 802.11 se associato, ad esempio, ad un'hardware appliance come Neutrino o WildPackets RFGrabber.
Alla pagina del prodotto è disponibile una breve scheda e una FAQ che da un'idea della potenza di questo utilissimo software, se poi consideriamo il fatto che è gratuito, non ci sono più scuse. Da scaricare!
Jan
19
2007

telefonare gratis sui fissi con voipstunt e connettività wi-fi

Si chiama voipstunt, e il servizio ricorda molto skype. La promessa (e quindi il grande vantaggio rispetto a skype) è quella di "regalare" 300 minuti di telefonate a settimana evrso i fissi della maggior parte dei paesi (Italia inclusa).

Chiaramente bisogna registrarsi sul sito di voipstunt.
Fatto questo è necessario scaricare un programma in grado di funzionare con questo servizio.
SJPhone è uno di questi, lo si trova nella versione per WM5 in versione beta.

Per la configurazione si va su menu/option/profile/new chiamatelo voipstunt ad esempio; poi nella scheda SIPProxy inserite i parametri
proxy domain: sip.voipstunt.com   porta:5060
user domain: sip.voipstunt.com

poi nella scheda STUN inserite
server address: stun.voipstunt.com  porta:3478

al termine della procedura tappando l'ok vi verrà chiesta la login e la password scelte durante la registrazione dell'account.

A questo punto attivate la connessione wifi, "attaccatevi" al vostro router wireless e fate una chiamata di prova (bisogna utilizzare la numerazione internazionale, quindi se volete fare un test su numeri fissi italiani è necessario anteporre lo 0039).

Per quello che ho potuto provare (non molto a dire il vero) la qualità audio è più che discreta, anche se c'è il fastidioso ritardo di circa mezzo secondo che irrita non poco a volte! Non ho ancora messo mano a configurazioni più avanzate, ma quelle di base mi sembrano all'altezza.

Ottimo software per il quale naturalmente ringrazio il forum di pocketpcitalia (Cinesco per la notizia) che è sempre fonte di grandi ispirazioni :)

Recent Tweets

Note: For Customization and Configuration, CheckOut Recent Tweets Documentation